Media Diocesani

emmausleft

RADIO NUOVA MACERATA

In occasione della festa di San Francesco di Sales, Patrono dei Giornalisti e dei comunicatori, come Vescovi della Conferenza Episcopale delle Marche inviamo il nostro cordiale augurio ai professionisti e ai volontari impegnati in questo importante ambito sociale, sempre più segnato da continue novità e da incessanti sviluppi tecnologici. All’augurio si aggiunge il ringraziamento per la dedizione con cui operano quanti quotidianamente animano i media comunitari e prestano il loro servizio in ogni settore delle comunicazioni sociali, dai giornali alle radio, dalle emittenze televisive al variegato mondo del web e dei social network.

Quest’anno il Messaggio di papa Francesco per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali interpella indistintamente tutti coloro che hanno a cuore il futuro dell’uomo, e spinge a entrare nel complesso universo delle relazioni con una specifica attenzione a quelle virtuali, ampiamente sviluppate grazie alle nuove più moderne tecnologie informatiche. Invita l’intera comunità ecclesiale a pregare e a riflettere proprio su questo tema: “Siamo membra gli uni degli altri (Ef 4,25). Dalle community alle comunità”.GMCS 2019 Volti

Le parole del Pontefice costituiscono un pressante stimolo a guardare con cura al delicato equilibrio che si stabilisce nelle relazioni umane convivendo con i nuovi media, per i quali è indispensabile una capacità di saggio discernimento oltre che una solida formazione umana e professionale. Solo così si è in grado di governare i complessi processi comunicativi e relazionali. Succede invece che si deleghi spesso agli strumenti della comunicazione quelle responsabilità che in realtà non competerebbero ad essi, non considerando a sufficienza il dovere di valutare come e quando utilizzarli.

Proprio da questa frequente inadeguatezza, come la realtà quotidiana mostra, nascono le distorsioni di cui ci lamentiamo e che influiscono negativamente creando improvvide relazioni personali e sociali, non facilitando purtroppo, e talora addirittura impedendo, la costruzione di comunità fraterne e solidali.

Mentre pertanto incoraggiamo giornalisti e operatori in ogni ambito dei media a porre a disposizione delle comunità le loro capacità professionali e le specifiche competenze perché cresca la consapevolezza di essere tutti coinvolti nel processo della comunicazione, invochiamo l’aiuto di Dio perché, acquisendo in maniera saggia e responsabile il nuovo alfabeto della comunicazione, le nostre comunità siano aiutate a tessere relazioni capaci di promuovere dialogo, verità, rispetto.

Auguri di cuore dai Vescovi della Chiesa marchigiana

 

BloggerBloggerFacebookFacebookGoogleShareGoogleShareTwitterTwitter

Il Santo Padre Francesco nel messaggio per la 53ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2019 sul tema « “Siamo membra gli uni degli altri” (Ef 4,25). Dalle social network communities alla comunità umana » inizia con l'invito «a riflettere sul fondamento e l’importanza del nostro essere-in-relazione e a riscoprire, nella vastità delle sfide dell’attuale contesto comunicativo, il desiderio dell’uomo che non vuole rimanere nella propria solitudine. [...] 

GMCS 2019 Info

 

L’ambiente mediale oggi è talmente pervasivo da essere ormai indistinguibile dalla sfera del vivere quotidiano.

La rete è una risorsa del nostro tempo. E’ una fonte di conoscenze e di relazioni un tempo impensabili. Numerosi esperti però, a proposito delle profonde trasformazioni impresse dalla tecnologia alle logiche di produzione, circolazione e fruizione dei contenuti, evidenziano anche i rischi che minacciano la ricerca e la condivisione di una informazione autentica su scala gobale. Se internet rappresenta una possibilità straordinaria di accesso al sapere, è vero anche che si è rivelato come uno dei luoghi più esposti alla disinformazione e alla distorsione consapevole e mirata dei fatti e delle relazioni interpersonali, che spesso assumono la forma del discredito.

Occorre riconoscere che le reti sociali, se per un verso servono a collegarci di più, a farci ritrovare e aiutare gli uni gli altri, per l’altro si prestano anche ad un uso manipolatorio dei dati personali, finalizzato a ottenere vantaggi sul piano politico o economico, senza il dovuto rispetto della persona e dei suoi diritti. Tra i più giovani le statistiche rivelano che un ragazzo su quattro è coinvolto in episodi di cyberbullismo. [...] »

 Se lo vuoi leggere scarica qui Messaggio-Papa-Francesco_Giornata_comunicazioni_sociali_2019.pdf

Se vuoi scaricare il manifesto della Giornata lo trovi qui Manifesto_Com.-Soc.-2019.jpg

BloggerBloggerFacebookFacebookGoogleShareGoogleShareTwitterTwitter

SEGRETERIA PER LA COMUNICAZIONE
Secretaria pro Communicatione

La Segreteria per la Comunicazione è stata istituita da Papa Francesco con Lettera Apostolica del 27 giugno 2015, in forma di Motu Proprio, L'attuale contesto comunicativo. Al nuovo Dicastero della Curia Romana è affidato il compito di ristrutturare complessivamente, attraverso un processo di riorganizzazione e di accorpamento, «tutte le realtà che, in diversi modi, fino ad oggi, si sono occupate della comunicazione», al fine di«rispondere sempre meglio alle esigenze della missione della Chiesa». In tal modo si intende ripensare il sistema comunicativo della Santa Sede.

Con tale ristrutturazione la Sede Apostolica potrà così avvalersi del Dicastero come referente unitario della comunicazione, sempre più complessa e interdipendente nell'attuale scenario mediatico.

Le realtà coinvolte in tale processo sono:

  • Centro Televisivo Vaticano
  • Libreria Editrice Vaticana
  • L'Osservatore Romano
  • Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali
  • Radio Vaticana
  • Sala Stampa della Santa Sede
  • Servizio Fotografico
  • Servizio Internet Vaticano
  • Tipografia Vaticana

Gli organismi elencati, che verranno accorpati secondo i tempi prestabiliti, continueranno nel frattempo a svolgere le proprie attività, attenendosi da subito alle indicazioni date dalla Segreteria per la Comunicazione.

Con il predetto Motu Proprio, il Santo Padre ha disposto inoltre che, in accordo con la Segreteria di Stato, il nuovo Dicastero assuma «il sito web istituzionale della Santa Sede: www.vatican.va e il servizio Twitter del Sommo Pontefice: @pontifex». (cfr. Annuario Pontificio 2016)

Il Santo Padre, a seguito della Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio "L'attuale contesto comunicativo", del 27 giugno 2015, con la quale ha istituito la Segreteria per la Comunicazione, ha nominato (cfr. Bollettino della Sala Stampa, 27/06/2015;Bollettino della Sala Stampa, 09/02/2016;Bollettino della Sala Stampa, 21/12/2015;Bollettino della Sala Stampa, 11/07/2016;Bollettino della Sala Stampa, 13/07/2016;Bollettino della Sala Stampa, 12/04/2017):

Membri della Segreteria per la Comunicazione

gli Eminentissimi Cardinali:

  • Béchara Boutros Raï, Patriarca di Antiochia dei Maroniti (Libano);
  • John Njue, Arcivescovo di Nairobi (Kenya);
  • Chibly Langlois, Vescovo di Les Cayes (Haiti);
  • Charles Maung Bo, Arcivescovo di Yangon (Myanmar);
  • Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali;
  • Beniamino Stella, Prefetto della Congregazione per il Clero;

gli Eccellentissimi Monsignori:

  • Diarmuid Martin, Arcivescovo di Dublin (Irlanda);
  • Gintaras Grušas, Arcivescovo di Vilnius (Lituania);
  • Marcello Semeraro, Vescovo di Albano (Italia);
  • Stanislas  Lalanne, Vescovo di Pontoise (Francia);
  • Pierre Nguyên Văn Kham, Vescovo di My Tho (Vietnam);
  • Ginés Ramón García Beltrán, Vescovo di Guadix (Spagna);
  • Nuno Brás da Silva Martins, Vescovo tit. Elvas, Ausiliare di Lisboa (Portogallo);

e gli Illustrissimi Signori:

  • Dott.ssa Kim Daniels, Consulente della Conferenza Episcopale degli Stati Uniti d'America per la Commissione ad hoc sulla libertà religiosa;
  • Dott. Markus Schächter, Professore di etica nei mass media e nella società presso la Facoltà di Filosofia S.I. di München (Germania);
  • Dott.ssa Leticia Soberón Mainero, psicologa ed esperta di comunicazione, già Consultore del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali (Messico e Spagna).

Superiori del Dicastero:

-       Prefetto il Reverendo Monsignore Dario Edoardo Viganò

-       Segretario il Reverendo Monsignore Lucio Adrian Ruiz

-       Direttore Generale il Dottor Paolo Nusiner

-       Vice Direttore Generale il Dottor Giacomo Ghisani

-       Direttore della Direzione Teologico-Pastorale la Prof.ssa Nataša Govekar

-       Direttore della Direzione Tecnologica l'Ing. Francesco Masci

-       Direttore della Sala Stampa della Santa Sede il Dottor Greg Burke

-       Vice Direttore della Sala Stampa della Santa Sede la Dott.ssa Paloma García Ovejero

Consultori della Segreteria per la Comunicazione

Il Santo Padre il 12 aprile 2017 ha nominato Consultori della Segreteria per la Comunicazione i Rev.di: Sac.Ivan Maffeis, Sottosegretario della Conferenza Episcopale Italiana; Sac. José María La Porte, Decano della Facoltà di Comunicazione Sociale Istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce; Sac. Peter Gonsalves, S.D.B., Decano della Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale della Pontificia Università Salesiana; P. Eric Salobir, O.P., Promotore Generale per le comunicazioni sociali dell'Ordine dei Frati Predicatori; P. James Martin, S.I., Jesuit Magazine America; P. Jacquineau Azétsop, S.I., Decano della Facoltà di Scienze Sociali della Pontificia Università Gregoriana; e gli Illustrissimi: Dott. Paolo Peverini, Docente di Semiotica presso la Luiss Guido Carli; Dott. Fernando Giménez Barriocanal, Presidente e Consigliere Delegato di Radio Popular-Cadena COPE; Dott.ssa Ann Carter, Rasky Baerlein Strategic Communications; Sig. Graham Ellis, Vice Direttore di BBC Radio; Dott. Michael P. Warsaw Chairman of the Board and Chief Executive Officer di EWTN Global Catholic Network; Dott. Dino Cataldo Dell'Accio,Chief ICT Auditor presso le Nazioni Unite; Dott.Michael Paul Unland, Direttore Esecutivo delCatholic Media Council  (CA.ME.CO.).

BloggerBloggerFacebookFacebookGoogleShareGoogleShareTwitterTwitter

Manifesto 18 Maggio 2018

BloggerBloggerFacebookFacebookGoogleShareGoogleShareTwitterTwitter

Mons. Nazzareno Marconi

Sabato 24 gennaio alle ore 10,00 presso la Domus San Giuliano in Via Cincinelli, 4 a Macerata il Vescovo Mons. Nazzareno Marconi incontrerà i giornalisti della diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia in occasione della festa di San Francesco di Sales per poter ascoltare i contributi pervenuti in questi giorni e fare insieme una riflessione.

L'occasione è offerta del tema che il Santo Padre Francesco ha scelto per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2015 - Comunicare la famiglia: ambiente privilegiato dell’incontro nella gratuità dell’amore.

Lo stile dell'ascolto è la scelta intrapresa da Mons. Marconi per il primo anno del suo mandato episcopale come dichiarato nella lettera d'invito inviata a fine anno ai giornalisti della diocesi.

Saranno gli operatori dei media a riportare le loro riflessioni circa le risorse e le criticità vissute delle famiglie maceratesi.

All'incontro sono anche invitati come gli anni precedenti anche tutte le persone che hanno a cuore il tema della famiglia.

BloggerBloggerFacebookFacebookGoogleShareGoogleShareTwitterTwitter

Notizie dall'Agensir

Diocesi di Macerata - Tolentino - Recanati - Cingoli - Treia 

C.F. 93009650438 | Piazza San Vincenzo Strambi 3, 62100 - Macerata (MC) | tel. 0733.291114 fax 0733.263386